Il camper e la zona notte (parte 1)

Camper-Roller-team

La scelta di un camper è fortemente condizionata dalle dimensioni riservate alla zona notte e dalla posizione dei letti, perché ogni equipaggio ha le sue esigenze.
Sono molte le soluzioni che i designer mettono a disposizione dei camperisti: si può scegliere di avere un letto matrimoniale sempre pronto longitudinale centrale e agibile su due lati, o un letto matrimoniale trasversale sempre pronto in coda oppure optare per il letto basculante che scende dal soffitto.
Si può pensare anche di acquistare un camper mansardato con il letto aggiuntivo posto nella mansarda sopra la cabina di guida.

Vediamo insieme le opzioni messe a disposizioni dei costruttori per chi vuole acquistare un camper nuovo o noleggiare un veicolo ricreativo, concentrandoci sui letti posizionati nella parte posteriore e che sono principalmente dissi e non richiedono trasformazioni.

Letto trasversale garage

Il letto posteriore posizionato in modo trasversale rispetto al camper occupa una posizione rialzata sopra al gavone e spesso richiede di scalini per l’accesso.
Come per il matrimoniale in mansarda, questo letto posteriore trasversale ha la lunghezza che corrisponde alla larghezza del camper.
Questo letto è sempre pronto all’uso, ha dimensioni più contenuto rispetto alla lunghezza totale del camper e si abbina idealmente con il garage sottostante.
Arca ha pensato a questa soluzione per il letto matrimoniale nell’elegante Europa New Deal P699 GLM corredato da un armadio guardaroba, posto sopra all’immancabile garage per scooter.
Arca Camper

Il camper con il matrimoniale centrale

È la soluzione più ricercata da chi acquista un camper perchè permette maggiore  comodità e comfort ed è in grado di offrire un facile accesso al letto su ben tre lati.
Ai lati del letto e sopra il letto possiamo trovare tasche e armadi per riporre oggetti e indumenti.
Questo tipo di soluzione per la zona notte prevede quindi una stanza da letto completamente autonoma dal resto dell’allestimento.
Un esempio è il nuovo Kea I90 di Mobilvetta pronto a soddisfare il camperista che vuol vivere una luxury experience in viaggio.

Mobilvetta Camper

Letto matrimoniale alla francese

Tra i vari matrimoniali “sempre pronti,” quello longitudinale cosiddetto alla francese adiacente ad una parete laterale, è una soluzione particolare non di largo uso tra i camperisti. Il principale vantaggio è che il letto basso è praticabile su due lati (di solito solo in parte lato corridoio e non sempre ai piedi del letto) e di facile utilizzo (non occorre salire o scavalcare) e occupa la zona abitativa per il solo spazio della lunghezza e della larghezza.

Letti gemelli

Per la totale indipendenza è la soluzione della zona notte preferita per chi cerca un po’ di indipendenza, sia per le giovani coppie che per le più mature. I due letti gemelli rappresentano sicuramente un’ottima soluzione: il passaggio è garantito da un unico corridoio al centro, che quasi sempre mette in comunicazione con uno o due armadi sottostanti ai singoli, e lo spazio in esclusiva per la zona notte è esattamente la lunghezza dei letti.

Larghezza e lunghezza dei letti sono generalmente abbondanti anche per qualsiasi tipo di passeggero, camper-letti-gemelliconfermandosi quindi come una delle migliori soluzioni per chi cerca facilità di accesso e indipendenza
Elnagh ha pensato a questa soluzione sul Magnum 532 dedicato al 70° anniversario. Una volta alzati i letti, c’è spazio per riporre un intero guardaroba.

 

 

Letti a castello

Se l’equipaggio è composto da una coppia con uno o più figli, la soluzione salvaspazio preferita è sicuramente quella di optare per due letti singoli a castello sia nei camper e in particolare nei mansardati, come è stato pensato per il Glamys 223 di McLouis, dove un comodo tavolino è a disposizione di chi sceglie il piano inferiore.


Nella maggior parte delle zone notte sono sistemati sulla parete di coda. E spesso dal letto inferiore si può accedere ad un grande gavone a volume variabile agibile. All’occorrenza il letto inferiore può essere ribaltato aumentando il volume del gavone fino a raggiungere il letto superiore e, dimensioni dei letti permettendo, in grado di accogliere anche un paio di biciclette.
Al letto superiore si accede sempre tramite scaletta che può essere fissa o amovibile, e per la sicurezza è sempre presente la rete di protezione, almeno per quello superiore. Indispensabili tenda di separazione, luci per la notte e una finestra per letto e preferibilmente anche un oblò a tetto.
Sicuramente è la soluzione ideale per i camperisti con due figli, e abbinata questa soluzione ad un matrimoniale in mansarda si hanno due zone notte ben distinte all’interno del camper.

Si conclude la prima parte alla guida dei letti all’interno del camper, con il focus nella zona anteriore del camper. Ricorda che oltre al letto è importante anche la scelta del materasso giusto, ecco alcuni suggerimenti: come scegliere il materasso

Scrivici se hai dubbi o domande e se non sai ancora quale camper acquistare puoi cercare su Migliorcamper.it facendo una ricerca più accurata in base al tipo di veicolo che stai cercando e ai posti omologati: https://www.migliorcamper.it/IT-it/

Tags dell’articolo:
,
Il Camperista
Scritto da
Il Camperista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *