Test drive: curiosando sul primo corso di guida sicuro Mobilvetta

Nell’ultimo mese abbiamo seguito con interesse l’iniziativa di Mobilvetta dedicata alla guida sicura di un camper. Si è trattata della prima edizione, con un programma che ha saputo alternare momenti di teoria e  di pratica, per rispondere non solo alle curiosità dei camperisti più attenti, ma anche alle esigenze concrete di utilizzo del mezzo una volta messo su strada.

Contenuto non disponibile
Per vederlo accetta i cookies cliccando su "Accetto" nel banner

Molti, oltre a noi, se ne sono interessati, come ad esempio gli amici di Campermagazine, con questo breve video.

Contenuto non disponibile
Per vederlo accetta i cookies cliccando su "Accetto" nel banner

Ma in che cosa consiste un test drive? E come è stata vissuta questa occasione dai protagonisti che hanno vissuto insieme a Mobilvetta questa giornata?
In questo momento, che siamo finalmente in pausa estiva, possiamo dunque approfondire meglio cosa è accaduto in quella giornata, e lo facciamo grazie alle risposte dell’intervista che abbiamo fatto a Davide Sola, responsabile dell’iniziativa.

Ma arriviamo a noi… Davide, com’è nata l’idea del Corso di Guida Sicura?

Mobilvetta, da sempre, è molto sensibile al tema della sicurezza e per questo ci è sembrato opportuno dare all’utente finale la possibilità di fare un corso di Guida Sicura che, in generale, trascende dal semplice discorso camper. In generale, infatti, i nostri clienti sono conducenti anche di automobili.

Qual era l’obiettivo dell’iniziativa?

L’obiettivo, oltre quello di dare nozioni importanti sul corretto comportamento da tenere su strada, è stato quello di rendere protagonista il mezzo camper. Il camper ha 4 ruote come un’auto, ma ha aspetti deisamenti peculiari che lo rendono a tutti gli effetti un mezzo differente rispetto all’auto. Basta pensare alle dimensioni, al baricentro del veicolo ecc… Proprio per questo motivo le prove pratiche di Guida Sicura sono state effettuate proprio su camper Mobilvetta, lasciato anzi tempo agli istruttori in modo che potessero conoscerne le peculiarità e prenderne confidenza così da poter trasmettere agli “allievi” del corso i giusti insegnamenti.

Come avete scelto i partner dell’evento?

Mobilvetta ha deciso di affidarsi a Quattroruote ed alla sua scuola di Guida Sicura – asc,automotive safety center –in quanto gli unici nel panorama italiano ad eccellere in questo tipo di attività.

Quante persone hanno partecipato e in che modo lo hanno fatto? Avete rilevato difficoltà nelle esercitazioni?

I partecipanti attivi delcorso sono stati 24 persone, c’è da notificare che comunque avevamo organizzato il corso mettendo a disposizione dei posti limitati. In totale, considerando anche gli accompagnatori, si era  una cinquantina di persone.

La maggior parte dei partecipanti erano e sono camperisti. Alcune esercitazioni erano effettivamente più complicate rispetto ad altre (sterzata e controsterzata ad esempio), ma debbo dire che in generale alla fine del Corso tutti i partecipanti sono stati in grado di superare le prove.

Quali sono stati i feedback più interessanti o curiosi che avete ricevuto dai partecipanti al corso?

Continuano a parlarne sui social: erano e sono emozionati, soprattutto contenti di avere avuto l’opportunità di imparare qualcosa di utile e concreto che servirà loro sia da camperisti che da guidatori in generale.
Sono rimasto molto contento quando più di una persona mi ha detto di essere orgogliosa di possedere un Mobilvetta e di sentirsi un privilegiato per avere avuto questa opportunità.

Quali camper sono stati portati in pista?

Abbiamo portato la tipologia Motrohome e Profilato. Quindi: K-Yacht Tekno Line 80, Kea P Teno lIne 63 e 65. Tutti mezzi stagione 2016-017.

Qualche parola sulla location, invece?

La location è perfetta e super collaudata, dato che durante tutto l’anno effettuano test sulle auto per la rivista Quattroruote oltre che ai corsi di guida sicura.

Pensate di fare altre edizioni dell’evento?

Sì. L’intenzione è quela di proseguire in questa direzione.

E sarà nello stesso luogo?

Bè, sì… ripeto, se si vogliono fare le cose per bene bisogna affidarsi ai partner migliori e di sicuro l’asc di Quattroruote è l’eccelenza in questo campo.

Ci lasci delle anteprime che possiamo avere dal mondo di Mobilvetta? Un messaggio che vogliamo lasciare ai nostri fan?

Posso solo dire di non perdere l’occasione di venirci a trovare a Parma, dal 10 al 18 Settembre 2016. Le novità sicuramente più importanti per la stagione prossima sono:
1. l’introduzione del telaio ALko sul motorhome K-Yacht Tekno Line
2. La nuova gamma Kea P Tekno Line.
Non perdetevele 😉

Ed ecco, infine, alcune foto che abbiamo postato sulla nostra pagina Facebook che provano a raccontarlo.

Contenuto non disponibile
Per vederlo accetta i cookies cliccando su "Accetto" nel banner

Il Camperista
Scritto da
Il Camperista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *